main

FormazioneNutrizione

Curcuma: proprietà, usi, benefici e ricetta del Golden Milk

27 Febbraio 2017 — by siQuri1

 

La curcuma è una pianta originaria dell’India, arrivata fino a noi sotto forma di spezia. E’ molto conosciuta per le sue incredibili proprietà medicinali.

La medicina tradizionale cinese e ayurvedica (indiana) utilizzavano la curcuma già migliaia di anni fa per curare diversi tipi di malattia.

La curcuma è un ingrediente base della cucina indiana, imprescindibile nell’elaborazione di varie pietanze tipiche della cucina indiana, basti pensare al curry. Il suo utilizzo è diventato molto popolare anche nel resto del mondo grazie anche alle sue proprietà antinfiammatorie. Studi recenti affermano che la curcuma sarebbe un ingrediente chiave nella prevenzione e trattamento del cancro. Senza dubbio però è ancora presto per discutere in modo scientifico su questo tipo di effetti.

Quel che è certo per ora è che la curcuma ha molte importanti proprietà, che ti indichiamo qui di seguito:

  1. Antinfiammatorio: la curcuma è un rimedio naturale contro le infiammazioni provocate da malattie come l’artrite, i reumatismi, le malattie intestinali. E’ un buon rimedio anche per i dolori da sindrome premestruale.
  2. Diminuisce l’acidità di stomaco: è un buon antidoto contro l’acidità di stomaco e contro le digestioni lente e pesanti, in quanto stimola la formazione di mucose nello stomaco in grado di facilitare la digestione.
  3. Protegge il fegato: la curcuma aiuta a disintossicare il fegato ed evita la formazione di calcoli biliari. In presenza di queste patologie è consigliabile sempre consultare un medico specialista per evitare possibili complicazioni correlate a queste disfunzioni..
  4. Attiva il sistema immunitario: i principi attivi presenti nella curcuma aiutano a mantenere il corpo in salute e a proteggerlo da possibili attacchi. Inoltre dona energia e stimola il sistema nervoso.
Dollarphotoclub_71689527latte-curcuma
I principi attivi presenti nella curcuma aiutano a mantenere il corpo in salute

Come usare la curcuma in cucina?

I principi attivi contenuti nella curcuma si assimilano meglio mescolando la curcuma a un pizzico di pepe nero. E’ possibile quindi consumare la curcuma in polvere, su zuppe, vellutate, stufati. Oppure aggiungerne un pizzico ai latti vegetali o ai succhi.

Ecco una ricetta per te, per sfruttare al massimo le proprietà della curcuma gustandola in modo piacevole e sano: il latte dorato.

Ingredienti:

siQuri Valori Nutrizionali


Leggi anche:  

Le 5 proprietà della cannella te ne innamorerai
Superfood: sai cosa sono ?
Cacao crudo, proprietà benefiche con gusto

Nutrizione

Zenzero: le proprietà, i benefici e gli utilizzi che forse non conosci

8 Febbraio 2017 — by siQuri4

Lo zenzero, radice proveniente dall’Oriente, è una spezia che non dovrebbe mai mancare nella nostra dispensa.

sai che può essere anche un ingrediente chiave per la nostra salute?

Zenzero in italiano, ginger nel mondo anglosassone, dove è diffusissimo, zingiber officinale secondo la nomenclatura ufficiale.

Lo zenzero è una pianta perenne di origine asiatica che ha fatto breccia nella nostra cucina grazie alla diffusione delle cucine orientali, nonché per il suo gusto particolare e le sue proprietà, tanto da diventare un componente fondamentale della cucina salutare.

Oggi ti racconto qualcosa di più su questo portentoso superfood e sulle sue magnifiche proprietà salutari.

siQuri Zenzero
Clicca per ingrandire questa iconografia sullo Zenzero – siQuri

1. E’ un potente antibiotico naturale: lo zenzero contiene delle sostanze che aiutano a contrastano le infezioni.
Non ce niente di meglio di una fettina di zenzero fresco da aggiungere al nostro estratto di frutta e verdura.

2. Facilita la digestione: se soffri di gastrite, flatulenza o digestione pesante, lo zenzero può essere un tuo alleato: ti aiuterà a digerire meglio, a proteggere il tuo stomaco.

3. E’ un antinfiammatorio naturale: lo zenzero può essere un aiuto alle persone che soffrono di disturbi legati ai tessuti, come l’artrite o l’artrosi.
Aggiungi un pezzetto di zenzero fresco in un infuso, ti aiuterà a disinfiammare e quindi diminuire il dolore.

Lo zenzero fresco aiuta a fluidificare le mucose del sistema respiratorio provocate da asma e bronchiti
Lo zenzero fresco aiuta a fluidificare le mucose del sistema respiratorio provocate da asma e bronchiti

4. E’ un forte mucolitico naturale: lo zenzero fresco aiuta a fluidificare le mucose del sistema respiratorio provocate da asma, bronchiti.
Aggiungi un pezzetto di zenzero fresco al tuo estratto, o applicalo sul petto in forma di impacco.

5. Previene le vertigini: se soffri di vertigini lo zenzero può aiutare moltissimo.
Ad esempio, prima di un viaggio in aereo, prendi un pezzetto di zenzero fresco.
Oggi lo zenzero è disponibile anche in forma di caramelle, così non dovrai preoccuparti di come assumerlo in questo tipo di situazioni!

6. Riduce le nausee da gravidanza: recenti studi medici hanno dimostrato che lo zenzero è in grado di diminuire le nausee da gravidanza.
Lo puoi assumere sotto forma di infuso infuso caldo, oppure in forma di caramelle (zenzero candito) che puoi trovare in erboristeria o nei negozi di prodotti bio.

7. E’ delizioso! Sarà per quel suo retrogusto piccante e fresco, ma lo zenzero conquista.
La sensazione che lascia in bocca, di freschezza e pulizia, è semplicemente deliziosa.
Se non sei abituato a un sapore così intenso, prova inizialmente con un piccola quantità.
Vedrai che a poco a poco ti abituerai al gusto, e il tuo corpo non potrà più fare a meno degli effetti benefici di questa portentosa radice.


Lo zenzero è una pianta officinale, se soffri di particolari patologie e stai assumendo farmaci specifici ti consigliamo sempre di consultare il tuo medico di fiducia.
In questa maniera hai sempre un quadro chiaro della tua situazione.
Puoi anche consultare un erborista professionista che ti potrà dare dei consigli pratici sull’utilizzo, non solo dello zenzero, ma di qualsiasi pianta officinale, così da ottenerne il massimo a livello nutrizionale.

Voglio subito rispondere ad una domanda, e sfatare una erronea credenza, anzi due: lo zenzero fa alzare la pressione?
Se soffro di ipertensione posso usare lo zenzero?
Partiamo subito col dire, che recenti studi scientifici affermano esattamente il contrario, ovvero lo zenzero aiuta a mantenere bassa la pressione e non ha controindicazioni per chi soffre di ipertensione.
Puoi approfondire la questione leggendo questo articolo, molto interessante.


Anche in insalata!

siQuri_Ricette_InsalateProva lo zenzero assieme a melone, frutto della passione, fiori di tagete ed emulsione di lampone!

Iscriviti alla newsletter Materia Prima su siQuri.com e scopri come realizzare questa sfiziosa e creativa ricetta davvero salutare.
Con la collaborazione di Sandra Salerno (FoodReporter), siQuri ha realizzato ‘Idee per insalate sane, buone e sfiziose’; uno splendido ricettario, pieno di consigli e ricette nuove per sorprendere te, i tuoi familiari e ospiti utlizzando fiori eduli e erbe aromatiche.

siQuri
siQuri CurcumaLa curcuma: proprietà, usi e benefici

Superfood: sai cosa sono?superfood sai cosa sono?

Come fare una colazione sana e nutrienteLa colazione sana ed equilibrata di siquri

Nutrizione

La paprika: usi e benefici

14 Gennaio 2016 — by Laboratori siQuri.it0

La paprika, tonica e antisettica, stimola l’apparato digerente e rinforza quello circolatorio.

La paprika o paprica è ottenuta da diversi tipi di peperoncino e si ottiene dalla macinazione dei semi e della polpa dei peperoncini secchi.

La miscela dei peperoncini fa sì che a seconda della varietà di peperoncini scelti, il sapore e l’aroma della paprika può variare enormemente, anche la parte dei peperoncini che si scelgono per la macinazione possono farne variare l’aroma.

 La paprika o paprica è ottenuta da diversi tipi di peperoncino e si ottiene dalla macinazione dei semi e della polpa dei peperoncini secchi
siQuri: la paprika o paprica è ottenuta da diversi tipi di peperoncino e si ottiene dalla macinazione dei semi e della polpa dei peperoncini secchi

Tra le tipologie di parike più utilizzate abbiamo tipi di  paprika non piccanti:

  • Paprika fine, si presenta con un colore chiaro e un gusto dolce.
  • Paprika dolce, il suo colore è rosso vivo e il suo aroma è molto intenso e il suo gusto è dolce.
  • Paprika Kulonleges, dal colore rosso vivo, è molto delicata.

Tra le tipologie di paprika dai sapori molto forti abbiamo:

  • Eros Paprika, dal colore marrone, macinata piuttosto grossa e piccante.
  • Paprika rosa, il suo gusto è piuttosto pronunciato.
  • Paprika semi-dolce, dal colore rosso vivo, il suo gusto è forte.
Scopriamo le proprietà e i benefici della paprika

Dall’azione tonica e antisettica, stimola l’apparato digerente, facilita la digestione e rinforza quello circolatorio.  Utilizzata in cucina come condimento, la sua introduzione in Europa è avvenuta grazie agli ungheresi che ne impararono l’uso dai turchi.

  • Contenuto di vitamina A
    La paprika presenta un elevato contenuto di vitamina A, betacarotene e luteina. E’ ricca di vitamine utili a proteggere i vasi sanguigni, tra le quali troviamo la vitamina E. Contiene vitamina B6, considerata utile per prevenire la perdita dei capelli. Un solo cucchiaino di paprika contiene oltre il 100% della vitamina A che dovremmo assumere ogni giorno sulla base delle dosi giornaliere raccomandate (RDA).
  • Proprietà  antinfiammatorie, antibatteriche e digestive
    Contiene ferro, utile per prevenire l’anemia. E’ una fonte di antiossidanti che aiutano a prevenire i segni dell’invecchiamento e a mantenere giovane il nostro organismo. Può aiutare a migliorare la circolazione. Oltre al ferro, la paprika contiene altri sali minerali fondamentali per il nostro organismo, come magnesio, potassio e fosforo. Contiene anche acido folico e vitamina K. La presenza di luteina e zeaxantina è utile per proteggere la salute degli occhi.
    Per il suo contenuto di capsaicina aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. Grazie a tutti questi benefici possiamo inserire la paprika tra le spezie della salute.
  • Contenuto di vitamina C
    Il suo contenuto di vitamina C è benefico sia per gli occhi che per la pelle.
Utilizzi della paprika in cucina

La paprika è molto popolare in Ungheria, in Europa viene utilizzata soprattutto per insaporire le patate lessate o cotte al forno.  Tradizionalmente i peperoni utilizzati per preparare la paprica vengono appesi ad essiccare all’aria aperta, proprio come i nostri peperoncini.

La paprika è molto popolare in Ungheria, in Europa viene utilizzata soprattutto per insaporire le patate lessate o cotte al forno
siQuri: la paprika è molto popolare in Ungheria, in Europa viene utilizzata soprattutto per insaporire le patate lessate o cotte al forno

Questa spezia viene utilizzata in cucina per condire numerosi piatti salati. La paprika viene impiegata anche per la preparazione di mix di spezie, la possiamo trovare anche nel “curry” in polvere insieme a curcuma, senape, coriandolo, cumino e pepe nero.

La paprika viene utilizzata soprattutto per condire e insaporire zuppe, stufati e piatti a base di riso.

divider

La curcuma: proprietà, usi e beneficiSiQuri-curcuma

Vademecum alimentare star bene a tavolasiQuri_cibosano

Rosmarino: proprietà e beneficiDollarphotoclub_98367335rosmarin

Zenzero: proprietà, benefici e utilizziDollarphotoclub_57686323zenzero

Fatto in casa

Tutti i vantaggi di cucinare con il Wok ed una ricetta

11 Dicembre 2015 — by claudio monteverdi0

wok : Tra i tanti strumenti utili in cucina, troviamo anche la pentola più utilizzata nella tradizione culinaria asiatica.

Il Wok è una padella, solitamente di ghisa o ferro molto versatile. Si presta infatti a molti metodi di cottura: al salto, al vapore, stufato, fritto e affumicato. La sua forma arrotondata permette di raggiungere la temperatura ideale, i condimenti si distribuiscono in modo omogeneo e si riesce a mescolare il cibo con estrema praticità e fluidità.

Un metodo di cottura sano

Grazie al materiale con cui è fatto e alla sua forma, il Wok raggiunge temperature alte in breve tempo. Questo permette una cottura veloce e povera di grassi perché impedisce al condimento di penetrare all’interno dei cibi che restano completi dei loro principi nutritivi, croccanti e digeribili. Ovviamente, ad eccezione della frittura.

Dollarphotoclub_96578272wok
Il Wok è una padella, solitamente di ghisa o ferro molto versatile. Si presta infatti a molti metodi di cottura

Scegliere il Wok giusto

E’ importante scegliere un Wok di qualità e dotato di tutti gli accessori disponibili in commercio per poterlo sfruttare al massimo. La misura consigliata è quella media 28-30 cm e la qualità di un Wok è data dai materiali che devono essere senza nichel e senza alluminio.

Ho trovato e provato per voi il Silit Wok Tao diametro 30 cm. Dotato di coperchio in vetro, griglia per cottura a vapore, pinza in legno e bacchette. Fatto in ghisa e Silargan, un materiale che impedisce il rilascio di metalli pensanti sui cibi durante la cottura.

Come si usa il Wok

La prima cosa da sapere è cpost5he il Wok va lavato con acqua calda e pochissimo detergente o, ancora meglio, scaldato e passato con un panno di carta assorbente intriso di olio di semi oppure di olio di mais almeno per un paio di volte. Vietato mettere il Wok in lavastoviglie!

Un consiglio pratico: poiché la cottura avviene in modo veloce, è bene avere tutti gli ingredienti e gli utensili a portata di mano e, nel caso decidiate di cucinare più ingredienti insieme, come, ad esempio, delle verdure saltate, è bene tagliarle della stessa misura e a pezzi piccoli.

Le pietanze in fase di cottura devono essere mosse di continuo e spostate spesso sulle pareti in modo da lasciare l’olio sul fondo e permettere una cottura croccante.

La griglia, in dotazione nel modello consigliato, può essere usata per la cottura al vapore dei cibi oppure, durante la frittura, consente di lasciar scolare l’olio dalle pietanze fritte mantenendole contemporaneamente al caldo.

Una ricetta facile, veloce e sfiziosa: Zucca al sesamo

Per prima cosa saltate il sesamo nel wok e mettetelo da parte. Preparate della zucca tagliata a dadini, del porro tagliato sottile, olio extravergine di qualità ed un pizzico di sale integrale marino.

Scaldate due cucchiai di olio nel wok con il porro, aggiungete la zucca e saltatela finché non si abbrustolisce, cospargete di sesamo ed aggiungete un filo di olio crudo e un pizzico di sale. Ora potete gustarvi un piatto leggero, sfiziose e ricco di antiossidanti!


Wok: Perché non è la solita pentola? Ce lo spiega lo Chef Alessandro Conte; ecco i principali vantaggi della cottura dei cibi con il wok.


Leggi anche:
Come risottare la pasta con il Wok,
Come saltare le verdure con il Wok


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...