main

Fatto in casaNutrizioneVitalità

La colazione ideale in inverno, 100% fatta in casa (esempi pratici)

30 Novembre 2017 — by siQuri0

Se fai sempre la solita colazione, oppure, peggio ancora, non la fai! Questo articolo fa per te; trovi degli spunti interessanti per innovare il pasto più importante della giornata. Eccoti una vera colazione ideale in inverno totalmente preparata in casa con le tue mani…

Immagino quello che stai pensando: “e chi ce l’ha il tempo alla mattina per fare colazione?
In effetti non hai tutti i torti.
La vita frenetica di tutti i giorni, gli impegni lavorativi, ecc. portano a trascurare il pasto più importante della giornata. Eppure basta seguire alcuni semplici accorgimenti per far diventare la colazione una sana abitudine quotidiana come è giusto che sia.

La colazione è ancora più importante nella stagione fredda, perché oltre a darci le energie per affrontare al meglio la giornata lavorativa, ci da anche le calorie necessarie  per sopportare il freddo pungente di questo periodo.

Dopo questa doverosa premessa, andiamo a vedere come strutturare in pratica la nostra colazione ideale, adottando dei semplici “accorgimenti tattici” che ci permetteranno di auto-produrci quasi tutto in casa, persino il latte. Renderemo così, ancora più sano e salutare il nostro breakfast.

VALE ANCHE PER TE CHE FAI SEMPRE LA COLAZIONE AL BAR!
CONTINUA A LEGGERE, TROVERAI DEGLI SPUNTI INTERESSANTI CHE non ti faranno rimpiangere cappuccino e brioche!

siQuri la colazione ideale
La colazione ideale dovrebbe coprire il 25% del nostro fabbisogno energetico quotidiano.

Per sfruttare al meglio i benefici di questo pasto, è necessario scegliere con cura il menù: la colazione ideale dovrebbe coprire il 25% del nostro fabbisogno energetico quotidiano.

ecco cosa dovrebbe comprendere la colazione ideale in iverno:

  • Latte vegetale auto-prodotto. Apporta grassi buoni Omega 3 e Omega 6
  • Barrette energetiche di fibre e cereali auto-prodotte. Apportano fibra organica e sali minerali 
  • Succo Vivo estratto al momento. Apporta: vitamine, enzimi e antiossidanti
  • Pane integrale e marmellata fatti in casa. Apportano carboidrati e zuccheri a cessione lenta

Ma come trovo il tempo alla mattina per preparare in casa tutto questo?

Semplice! E’ sufficiente pianificare la preparazione delle materie prime la sera prima, in modo che la mattina, non dovrai far altro che “trasformarle” in cibo pronto.
Tieni presente che per una colazione tipo, ti ci vogliono almeno 15 minuti. Quindi prendi la sana abitudine di alzarti un pò prima. Ne varrà la pena, perché godrai letteralmente di cibo genuino, freschissimo, ricco di nutrienti.

Se fai regolarmente per 21 giorni quello che ti spiegherò in seguito, la colazione diventerà una sana abitudine quotidiana.

Non preoccuparti, adesso andremo a vedere passo passo come preparare tutti gli elementi necessari.
Prenderemo un giorno tipo, strutturando un menù, che poi potrai variare in base alla stagionalità e ai tuoi gusti personali.

Innanzitutto andiamo a stabilire gli strumenti indispensabili che ci servono

Sono 3 tecnologie del benessere che ti consiglio di avere in casa, prima di tutto perché ti consentono di preparare direttamente, in modo sano e genuino, tutto quelle che ti serve, (non solo per la prima colazione) e a lungo andare ti permettono di risparmiare, perché vai a scegliere la materia prima nella giusta stagionalità che è più saporita e costa meno; ottenendo il massimo dei nutrienti.
In secondo luogo ti permettono di risparmiare tempo nella preparazione, perché facilitano tutti i processi trasformativi delle materie prime.

Andiamo a vedere a questo punto nel concreto come utilizzare queste tecnologie del benessere per strutturare al meglio la nostra colazione ideale in inverno.

  • preparazione del latte vegetale

    1) Cosa devi fare la sera prima
    Semplicemente metti a bagno in acqua della frutta secca a scelta (mandorle, noci, anacardi, nocciole, ecc.)  o cereali (aveva, riso, farro, ecc.) tempo necessario 2 minuti! 
    La quantità necessaria da mettere in ammollo dipende dal tipo di latte vegetale, generalmente sono sufficienti 200 gr per fare un litro di latte.

    2) Cosa devi fare la mattina seguente
    Prendi la frutta secca o i cereali, getta l’acqua di ammollo e risciacquali.
    Accendi l’estrattore di succo ed effettua l’estrazione alternando la frutta con l’acqua.
    Segui la video-ricetta sotto per fare il latte di aveva. Tempo necessario 5 minuti!

    Proprietà del latte vegetale di avena
    E’ particolarmente ricco di vitamina E e potassio e ha un basso contenuto calorico.
    Se sei allergico o intollerante al latte vaccino, quello d’avena può essere una valida alternativa da assumere per una colazione ideale.
    Tra le sue principali proprietà, c’è quella di aiutare a ridurre il colesterolo e i trigliceridi nel sangue.
    Oltre al latte di avena, puoi preparare il latte di mandorla, latte di noci, latte di nocciole, latte di anacardi, ecc

    Puoi consumare il latte così com’è oppure lo puoi riscaldare leggermente.
    Nel caso di latte da cereali è consigliabile farlo riscaldare perché è più facile da digerire.


  • Preparazione delle Barrette Energetiche

    1) Cosa devi fare la sera prima
    Mescola gli ingredienti assieme alle fibre avanzate dall’estrazione del succo e forma delle “mattonelle” (guarda la video ricetta sotto) e mettile nelle piastre dell’essiccatore. Accendi l’essiccatore e imposta il tempo di essiccazione.
    Tempo necessario 10 minuti!

    2) Cosa devi fare la mattina seguente
    Dividi le mattonelle di fibre e cereali in barrette e fai proseguire l’essiccazione. Tempo necessario 5 minuti!
    Generalmente ci vogliono 48 ore per una completa essiccazione, quindi saranno pronte la mattina seguente. Ugualmente però, anche se è non è essiccata del tutto, puoi prendere una barretta per fare la tua colazione.
    La mattina seguente saranno pronte, già porzionate, quindi non dovrai fare niente, solo mangiarle!

    La preparazione di barrette energetiche di fibre e cereali fatte in casa è una soluzione pratica per una colazione ideale. Veloce, da consumare, se al mattino si ha poco tempo.
    Una barretta di fibre contiene importanti nutrienti che fanno bene al nostro intestino e la ricetta che ti propongo ha un ingrediente in più per una carica di energia extra.
    Un’altra ottima idea è quella di completare la nostra colazione con qualche SuperFood; se non conosci cosa sono ti invitiamo a leggere l’articolo ‘Superfood: sai che cosa sono?‘.


  • pREPARAZIONE DEL SUCCO VIVO

    1) Cosa devi fare la sera prima
    Taglia a pezzi la frutta e verdura necessaria per fare l’estratto e conservala in frigo in una vaschetta a chiusura ermetica, aggiungendo un pò di succo di limone. Tempo necessario 5 minuti!*
    *Tieni presente che questa preparazione è opzionale, puoi farla anche la mattina stessa mentre estrai il succo.

    2) Cosa devi fare la mattina seguente
    Semplicemente, accendi l’estrattore di succo ed inserisci la frutta e verdura.
    Bevi il succo appena estratto immediatamente per sfruttare al massimo i micronutrienti in esso contenuti.
    Tempo necessario 5 minuti anche meno!

    Prepariamoci un ottimo estratto di succo vivo, magari scegliendo frutta  e verdura di stagione.
    Anche qui la scelta sta in base ai tuoi gusti personali; puoi prendere spunto dal nostro ricettario per estrattore di succo oppure puoi prendere spunto dalla nostra rubrica [Materia Prima] che trovi on-line sul nostro sito.
    Il succo di frutta è ricco vitamine enzimi ed antiossidanti. Rappresenta un ottima scelta per la prima colazione in quanto da energia ed è utile per rafforzare il nostro sistema immunitario.

    Sotto hai l’esempio di una video ricetta pronta all’uso :


  • PREPARAZIONE DELLA MARMELLATA FATTA IN CASA

    1) Cosa devi fare la sera prima
    Non ti spaventare, la nostra versione della marmellata fatta in casa è semplificata e si prepara in poco tempo, seguendo i semplici passaggi che trovi nella video ricetta sotto.
    Quello che ti serve sono degli avanzi dall’estrattore di succo, stevia (dolcificante naturale a basso indice glicemico) e un vasetto di vetro.Tempo necessario 15 minuti!2) Cosa devi fare la mattina seguente
    Prendi il vasetto di marmellata preparato la sera prima e spalmala su una fetta di pane integrale!
    Tempo necessario 1 minuto!

    La marmellata fatta in casa con gli avanzi da estrattore, oltre ad essere buonissima, è anche un’idea creativa e pratica per recuperare gli scarti di fibre dopo l’estrazione del succo.
    In questo modo hai la possibilità di conservare la freschezza e la bontà della frutta fresca per tutto l’anno. Con questo tipo di marmellata hai un buonissimo apporto di fibra che ti aiuta a migliorare la funzionalità dell’intestino, ma non solo, ti aiuta nella riduzione del colesterolo cattivo, della glicemia (visto l’utilizzo della stevia) e dell’incidenza di malattie gastrointestinali. La fibra, infine, è anche fondamentale per perdere peso perché induce un senso di sazietà


  • preparazione del pane fatto in casa

Questa preparazione è sicuramente quella  più impegnativa.
Non tanto per la complessità della ricetta, me perché ci vuole più tempo necessario; ma attenzione, la lavorazione in se è veloce e richiede pochi minuti, il tempo più lungo è quello necessario per la lievitazione, ma non saremo noi a lavorare, ma sarà in tempo, appunto, a lavorare per noi.

Per questo motivo, ti invito a prendere la sana abitudine di preparare il pane il sabato, quando hai a disposizione più tempo. Lascialo lievitare per 24 ore e mettilo in forno la domenica sera utilizzando il cuoci pane, in modo che il lunedì mattina troverai il pane fresco appena fatto.
Una pagnotta, calcolando una fetta al giorno, ti è sufficiente per una settimana.
Il sabato tornerai nuovamente a fare il pane per la settimana successiva. Semplice!

Grazie a laBell, puoi conservare il pane fresco per più giorni. Eventualmente se lo preferisci, puoi tostare leggermente il pane prima di spalmarvi la marmellata.

Per fare tutto questo segui la video ricetta che trovi sotto:


Come vedi, una semplice pianificazione ti permette di fare una sana colazione senza particolari difficoltà, in meno di 15 minuti. Basta prendere l’abitudine giusta, trovare i propri “accorgimenti strategici” per organizzarti e vivere senza stress uno dei momenti più importanti della giornata.

Ricorda che una colazione ben fatta è fondamentale per partire con il piede giusto per affrontare con la giusta carica gli impegni quotidiani.
Tranquillo/la con questo tipo di colazione, non avrai il classico calo glicemico a metà mattinata, perché evitando gli zuccheri raffinati, che danno solo un’energia momentanea, a favore di fibre e carboidrati integrali, avrai un rilascio graduale, ma costante di energia buona ed efficiente per il tuo organismo.

Qui hai una traccia, un esempio di menù, le varianti e le aggiunte sono infinite.
Puoi per esempio introdurre il cioccolato fondente, magari da aggiungere alle barrette di fibre, oppure grattugiato sul succo vivo.

Un momento!
Immagino ancora cosa stai pensando: “ma il caffè! Il caffè lo posso bere?
Per questo argomento, dedicheremo un apposito articolo su questo blog, rimani connesso perché abbiamo importanti novità su questo fronte….


Ti potrebbero interessare anche :

Come fare una colazione sana e nutriente
Fibre alimentari come assumerle?

Fibre alimentari fanno bene?
Riscopriamo il pane fatto in casa

AntiagingLatte Vegetalescarti da estratti

Le incredibili proprietà della zucca per i tuoi succhi vivi

10 Ottobre 2016 — by Laboratori siQuri.it0

Mentre gli impieghi della zucca in cucina sono davvero numerosissimi, meno conosciute sono le sue proprietà, eppure la zucca contiene preziosi micronutrienti per i tuoi succhi vivi

Tra le prelibatezze del periodo autunnale, la zucca ricopre sicuramente un ruolo da protagonista.
Iniziamo, però, col sfatare un mito: la zucca non è un ortaggio, come erroneamente si crede, ma un frutto. Appartiene infatti alla famiglia delle Cucurbitacee, la stessa del melone e dell’anguria.

Un frutto, che con il suo colore arancione, porta in dote preziosi micronutrienti vitali. In particolare troviamo la pro-vitamina A, il beta-carotene  (vitamine essenziali per la vista, oltre ad essere utili al mantenimento dell’integrità della pelle e delle mucose) e la preziosa vitamina C.
E’ ricca inoltre di potenti antiossidanti: poli-fenoliciflavonoidi e di sali minerali (fosforo, potassio, calcio); insomma un mix nutritivo per adulti e bambini.

Della zucca si può mangiare tutto: fiori, polpa e anche i semi. In cucina è un vero jolly, si può utilizzare per preparare diverse portate e cucinare saporite pietanze: dai primi piatti ai risotti, dai dolci ai ravioli, fino ai contorni. La zucca dona colore in ogni piatto e si sposa con gusti diversi per creare sapidità uniche.

Come possiamo constatare, se dal punto di vista culinario, la zucca è ampiamente utilizzata e apprezzata, non possiamo dire la stessa cosa nell’ambito “salutistico” ed erboristico.
Vista l’elevata concentrazione di principi attivi è un vero peccato non sfruttarli. Ecco quindi alcuni consigli pratici per utilizzare la zucca in maniera differente…

succo-vivo-di-succo-zucca
Succo Vivo di zucca e mela con latte vegetale di mandorla

La cottura (il calore superiore ai 45°C) purtroppo, tende a disattivare le vitamine, gli enzimi e in generale tutti i micronutrienti contenuti nella zucca, che quindi ha un minore valore nutrizionale e riduce notevolmente l’apporto dei micronutrienti utili per il nostro organismo.
Un metodo pratico, per evitare questo inconveniente e per assimilare al meglio queste sostanze essenziali, è attraverso l’utilizzo di un estrattore di succo a bassa velocità che permette di estrarre a freddo il succo vivo contenuto nella zucca.

La ricetta che ti proponiamo è un suggerimento originale e gustoso di utilizzare la zucca, ti permette di conservare intatte le preziose proprietà della zucca.
Andremmo ad abbinare la zucca al latte vegetale di mandorla fatto in casa (qui la ricetta) per ottenere un succo nutrizionalmente più completo.

Infine impreziosiremo la preparazione con una spezia e con i semi di finocchietto selvatico che si raccolgono in autunno e si sposano benissimo con il sapore della zucca.

RICETTA pratica:
  • Latte crudo di mandorla
  • Zucca Okkaido
  • Mela Braeburn
  • Cannella
  • Semi di finocchietto selvatico
  • Sciroppo d’agave (opzionale)

Per la preparazione di questo delizioso succo segui questi passaggi:
1) lava e taglia a pezzi la zucca.
2) Inserisci i pezzi di zucca nell’Estrattore Essenzia. – Metti da parte le fibre rimaste dopo l’estrazione del succo, le utilizzeremo per un altra ricetta – .
3) Senza lavare l’estrattore, fai il latte di mandorla seguendo la ricetta (guarda il video sul canale Youtube siQuri -Materia Prima-) e metti da parte gli avanzi (okara).
4) Inserisci nell’estrattore la mela tagliata a spicchi con la buccia
5) Direttamente nel succo ottenuto, dai una spolverata di profumatissima cannella e aggiungi i semi di finocchietto selvatico.

Opzionale: se vuoi dolcificare ulteriormente il succo ottenuto, aggiungi un cucchiaino di sciroppo d’agave.

«   A   »

CHE CI FACCIAMO CON LE FIBRE rimaste dopo l’estrazione?

Prepariamo una squisita insalata con i semi di zucca e gli avanzi del succo

1) Tosta i semi di zucca in una pentola wok, semplicemente con un filo d’olio.
I semi di zucca, sono un alimento ricco di proprietà benefiche e uno spezzafame salutare, da sostituire ai classici snack confezionati, benefici per il cuore, ci aiutano a garantirci un buon riposo notturno ed una buona salute generale.
2) Taglia il cavolo capuccio a julienne,
3) Taglia il peperone rosso crudo a pezzetti.
4) Unisci tutti gli ingredienti in una ciotola e aggiungi le fibre della zucca e mandorla precedentemente ottenute.
5) Condisci il tutto con dell’olio d’oliva, sale integrale, pepe, succo di limone al posto dell’ aceto e semi di papavero.
6) A piacere aggiungi un trito di peperoncino piccante, capperi e qualche foglia di maggiorana.


CURIOSITA’

Perché si dice avere ‘sale in zucca’ ?
Secondo il dizionario Zanichelli il termine zucca deriva dal latino “cocutia”, cioè testa, poi trasformato col tempo in “cocuzza”, “cozuccae” e infine, nell’odierno zucca.
Le zucche in passato venivano usate come contenitori per il sale: svuotate e lasciate essiccare al sole per poi essere riempite di sale ‘benedetto’, che serviva a proteggere le persone e gli animali.
Da un’usanza antica, tipica delle famiglie contadine, che trasportavano o tenevano il sale nella zucca svuotata, è nata l’espressione “zucca senza sale” o “aver poco sale in zucca”.
Al contrario: “aver sale in zucca“ significa avere intelligenza.

Fatto in casaNutrizione

Canederli fatti in casa con spinaci

18 Febbraio 2016 — by Laboratori siQuri.it0

CANEDERLI FATTI IN CASA?
Eccovi i nostri con spinaci : Un piatto decisamente ricco e ideale per la stagione invernale

I canederli, sono un piatto tipico della gastronomia del SudTirolo, in particolar modo delle città di Trento e Bolzano. Questo piatto è sicuramente uno dei più conosciuti ed apprezzati della cucina di montagna, c’è da dire che i canederli sono un piatto molto nutriente adatto soprattutto al periodo autunnale ed invernale.

Infatti, non sono altro che palline di pane farcite con vari ingredienti (se fatti in casa, formaggio e avanzi vari che possono trovarsi in frigo) cotte poi nel brodo.

Per quanto riguarda le origini di questo piatto, possiamo dire che sicuramente i canederli sono una ricetta antichissima di derivazione contadina.

I contadini, infatti, preparavano questo piatto utilizzando gli avanzi di pane diventato raffermo, insieme ai prodotti che l’allevamento gli offriva: formaggi vari appunto, capisaldi della gastronomia Trentina anche ai giorni nostri.
Al giorno d’oggi, i canederli si sono evoluti ed infatti ne possiamo trovare di tutti i tipi con farciture sempre diverse.

Noi vi diamo l’alternativa, vi proponiamo una ricetta per un canederlo fatto in casa con un ingrediente speciale: la fibra degli spinaci.
Noi amanti dello stile Green infatti, dopo un estratto di spinaci, super detox, non buttiamo via la fibra avanzata, la riutilizziamo e questo si che si chiama riciclo creativo.

scopriamo insieme come realizzare facilmente i Canederli fatti in casa, per stupire i nostri commensali

Segui questa ricetta, per creare anche tu i tuoi canederli fatti in casa con spinaci,  a differenza di quanto si potrebbe pensare, non è così difficile da realizzare.

Ingredienti

  • 250 g pane di grano raffermo
  • 1 uovo
  • 2 rape rosse
  • scarto di 150 g di spinaci
  • 100 g formaggio montasio
  • 200 ml latte di riso
  • 100 g funghi champignon
  • 20 g amido di mais
  • 30 g ricotta stagionata
  • erba cipollina
  • prezzemolo
  • fiori eduli
Canederli fatti in casa con spinaci su letto di salsa di rapa rossa
Canederli fatti in casa con spinaci su letto di salsa di rapa rossa

Preparazione

  1. Bagnare il pane raffermo con il latte e lasciare riposare almeno 2 ore in frigo
  2. Unire lo scarto del succo, estratto con l’estrattore di succo Essenzia Green di 150 g di spinaci.
  3. Aggiungere il formaggio, i funghi saltati in padella per pochi minuti e 10 g di amido di mais.
  4. Amalgamare il composto con le mani e lasciare riposare almeno 2 ore in frigorifero, meglio un giorno intero.
  5. Formare delle palle, prendendo una presa di impasto, ruotandolo con il palmo delle mani.
  6. Frullare la rapa rossa con un mestolo di brodo e 10 g di amido di mais e far addensare a fuoco basso per almeno 5 minuti
  7. Cuocere i canederli in abbondante brodo vegetale o acqua salata per 15 minuti circa
  8. Impiattare mettendo 2 mestoli di vellutata nella fondina, due canederli, grattugiare la ricotta e aggiungere le erbette e i fiori.
Canederli fatti in casa con spinaci su letto di salsa di rapa rossa
Canederli fatti in casa con spinaci su letto di salsa di rapa rossa

siQuri

 Le proprietà salutari degli spinaci siquri0spinaicopertina

Pane fatto in casa con spinaci: una ricetta Green foto-pane-1

Fatto in casa

Pane fatto in casa con spinaci: una ricetta green

11 Febbraio 2016 — by Laboratori siQuri.it0

Il pane fatto in casa con spinaci è autentico e genuino.
Autentico nei profumi e nei sapori. Genuino nella sostanza.

Oggi vi diamo una valida alternativa al solito pane comprato, ecco una ricetta per un pane fatto in casa con spinaci, un pane unico perché impastato con le nostre mani !

Se avete in mente di preparare un pranzo vegetariano o vegan, a base di prodotti di stagione e genuini, per amici e parenti, non potete mettere in tavola un pane qualsiasi! E’ bene seguire gli stessi principi di genuinità anche nella scelta del cibo più basilare della nostra alimentazione: il pane

L’unione delle farine antiche, di grani antichi ed il succo con il colore degli spinaci, è il valore aggiunto che determina la bontà di questo pane. Un pane che ci dà gusto e salute!!

Ecco allora la ricetta facile per un pane fatto in casa con spinaci.

Ingredienti

  • 200 g farina petra 1
  • 100 g farina di saraceno
  • 100 g farina d’avena
  • 100 g farina di farro
  • 10 g di malto di mais
  • 50 g lievito madre secco
  • 10 g di sale
  • 100 cl di succo di spinaci
  • 160 cl di acqua
Pane fatto in casa con spinaci
Pane fatto in casa con spinaci

Preparazione

  1. Impastare le farine, il lievito e il malto con il succo degli spinaci e l’acqua. Il succo è stato estratto precedentemente con l’estrattore di succo Essenzia Green 
  2. Aggiungere il sale a fine impasto e lasciare riposare almeno 3 ore a lievitare dentro il cuoci pane Emile Henry.
  3. Fare la forma tonda spolverare la superficie con della farina e incidere con due tagli incrociati e lasciando riposare 30 minuti.
  4. Infarinare il piatto del cuoci pane Emile Henry e infornare il pane dentro la campana a 220 gradi per 45 minuti.
  5. Togliere il cuoci pane gli ultimi 5 minuti di cottura e lascia raffreddare la pagnotta scoperta.

siQuri

Riscopriamo il pane fatto in casa pane-integrale-fatto-in-casa

Le proprietà salutari degli spinacisiquri0spinaicopertina

 Pane super nutriente con semi geminatipane fatto in casa con semi germinati

AntiagingMelogranomaniaVitalità

Melagrana: ‘frutto del benessere’ ad honorem

13 Ottobre 2015 — by Laboratori siQuri.it0

Gli antichi di tutte le culture, consideravano il melograno come la panacea di tutti i mali tanto da utilizzare tutte le sue parti: radici, fiori, corteccia dei frutti, per la cura di numerose malattie.

Botticelli e Leonardo da Vinci, per citarne solo alcuni, hanno ripreso e utilizzato la Melagrana nei loro dipinti a tema religioso, arrivando a rappresentarlo con i Santi o addirittura conservato fra le mani della Madonna e Bambino Gesù, nel quadro ‘La Madonna della Melagrana’ (guarda questo particolare del dipinto) a confermarne il rispetto ulteriore dell’arte per le sue enormi proprietà.

estrattoreessenzia_melogranoLa Melagrana è ricca di sali minerali, di vitamina A, B, antiossidanti, flavonoidi, tannini, acido gallico, acido ellagico, quercitina, luteolina, campferolo e naringenina, pellieterina e isopellieterina, tutti principi attivi altamente benefici per il nostro corpo, tanto da conferirgli il nomignolo di ‘frutto della medicina’.

E’ un frutto tonico, antidiabete (i fenoli racchiusi negli arilli regolano la concentrazione degli zuccheri nel sangue), cardiotonico, diuretico, astringente e ultimo ma non per questo meno importante, antitumorali (grazie all’alto contenuto di acido ellagico, antiossidanti, polifenoli, tannini e alle antocianine, tutti assieme svolgono una potente attività di disturbo nel processo della proliferazione delle cellule cancerose).
[Studi, che sono stati effettuati ed elaborati dalla Dottoressa Manuela Martins-Green, presentati presso il 50esimo meeting annuale della American Society for Cell Biology tenuto a Philadelphia]


MELOGRANO: è il nome della pianta
MELAGRANA: è il nome del frutto di quella pianta


Essenzia_Melagrana_CacoMela_Pompelmo
Succo vivo Melagrana, Cacomela, Pompelmo, Menta, Zenzero e Succo d’agave
RICETTA:
  • Melagrana
  • Cacomela
  • Pompelmo
  • Zenzero (pezzettino)
  • Menta
  • Sciroppo d’agave

siQuri_Togli_Arilli_MelagranaPer la preparazione di questa delicata e gustosa bevanda, tagliamo a metà e sgraniamo la Melagrana (noi abbiamo usato uno ‘sgranatore togli arilli’).

Abbiamo tagliato a fette il Cacomela (lasciando la buccia) ed invece rimuovendo quella del Pompelmo, anch’esso tagliato a pezzi grossolani.
Intervalliamo l’inserimento della frutta nell’Estrattore Essenzia Green, con lo zenzero tagliato a pezzettini e pelato, e la menta rigorosamente stropicciata precedentemente fra le mani.

Se desiderate un succo vivo più ricco di profumi e proprietà della menta, lasciate semplicemente il tappo giallo inserito per qualche istante, così da consentire al succo di miscelarsi al meglio (puoi seguire il procedimento usato anche nella ricetta ‘Latte vegetale contro il mal di testa? Si può).
Concludiamo miscelando un cucchiaino di sciroppo d’agave al succo direttamente nel bicchiere.

«   Cin Cin, O MEGLIO: Green Green!   »

ebook_Melogranomania

Se desiderate ad un ricettario pratico e completo di proprietà nutrizionali e storia del diamante d’autunno: la melagrana; è disponibile grazie a siQuri #Melogranomania in formato Ebook, con la possibilità di prenotare la versione cartacea.

scarti da estrattiVitalità

Come fare un Budino Veg con gli avanzi da estrattore

22 Settembre 2015 — by siQuri0

Perché preparare un Budino Veg?
Esiste un modo alternativo di fare il budino?
Posso evitare di utilizzare il latte tradizionale?
Posso evitare di utilizzare lo zucchero raffinato?

Risponderemo a tutte queste domande e ti diremo tutto e di più sul budino veg fatto in casa.

Il budino è un classico dolce al cucchiaio, che può essere gustato da solo o con l’aggiunta di frutta fresca di stagione o salse dolci di vario genere.

Ideale da servire a fine pasto o come merenda per i bambini, il budino si presta, vista la sua semplicità, ad essere preparato in casa.
Con pochi ingredienti, semplici passaggi, 10 minuti del tuo tempo e 2 ore di frigo, realizzerai un dessert sfizioso, invitante e sempre fresco, insomma minimo sforzo e massimo risultato.

Noi prepareremo una versione del budino totalmente vegetale, il budino veg appunto, senza l’utilizzo di ingredienti di origine animale e senza l’utilizzo di zuccheri raffinati.
Il fatto di non utilizzare il latte vaccino, permette anche a chi è intollerante al lattosio, di poter gustare una merenda sfiziosa e genuina senza problemi.
Al posto dello zucchero raffinato, utilizzeremo la stevia un dolcificante di origine vegetale, con un alto potere dolcificante ma con zero calorie.
Infine l’aggiunta degli avanzi dell’estrattore di succo, oltre ad essere un modo creativo di recuperare gli scarti di fibra, conferisce al budino un tocco speciale dando maggiore solidità al dolce e maggiore sapore.

Ecco gli ingredienti che ti serviranno per realizzare il tuo budino Veg fatto in casa:

  • 500 ml latte di mandorla
  • 100 gr avanzi da estrattore
  • 1 bustina di addensante vegetale
  • 1 cucchiaio di stevia

I passaggi sono molto semplici:

  1. In una pentola a bordo alto, mescola a secco la bustina di addensante Vegetale e la stevia (1 cucchiaio).
  2. Alle polveri, aggiungi un pò di latte di mandorla auto-prodotto in modo da formare una “pastella” densa e senza grumi.
  3. Successivamente aggiungi tutto il latte di mandorla.
  4. Porta ad ebollizione mescolando continuamente.
  5. Spegni il fuoco e aggiungi gli avanzi da estrattore al composto. Spezzetta la fibra e amalgama bene il tutto.
  6. Porziona il budino con gli stampi leggermente bagnati con acqua; lascialo raffreddare a temperatura ambiente e successivamente  poni in frigo 2 ore per farlo addensare.

La cosa sorprendente di questo dessert è che si presta ad essere decorato con ciò che più ti piace: frutti di bosco, frutta fresca, cioccolato fondente, ecc. In questo modo, ogni volta, il tuo budino avrà un sapore differente!

Fatto in casaVitalità

Come fare un Sorbetto con gli avanzi da estrattore

1 Agosto 2015 — by siQuri0

Il sorbetto è uno dei dessert preferiti specialmente in estate, ideale per concludere il pranzo o la cena con gusto e freschezza.

Eppure sono in pochi, quelli che se lo preparano in casa, convinti forse che sia di difficile realizzazione.

Sfatiamo subito questo mito: fare il sorbetto da soli non solo è possibile, ma anche facile grazie all’utilizzo dell’estrattore di succo Essenzia.

La particolarità di questa ricetta è che richiede un unico ingrediente: 400 gr. di avanzi da estrattore (chiamati comunemente scarti).

Il procedimento è molto semplice:

  1. dopo aver estratto il succo, in questo caso di fragole, uva nera e prugne, mettiamo gli scarti in uno stampino allungato e poniamolo in freezer per 6 ore in modo da ottenere dei “ghiaccioli di fibre” delle dimensioni adatte per essere inseriti agevolmente nell’entrata dell’estrattore.
  2. Trascorse le 6 ore, inserisci i “ghiaccioli di fibre” all’interno dell’estrattore di succo.
    Raccogli il sorbetto mano a mano che esce dall’estrattore e lavoralo leggermente con una spatola di legno.
  3. Il sorbetto va servito immediatamente.

Come vedi la preparazione è davvero semplice. La versione casalinga ti consente una gamma di gusti molto più ampia rispetto a quella di molti menù e puoi decidere di sperimentare a tuo piacimento combinazioni e consistenze.


Iscriviti alla NewslettersiQuri_ebook_30ricette [ Materia Prima – siQuri ] e scarica gratuitamete la versione completa del Ricettario “30 Idee per preparare in casa sorbetti golosi e sani con l’estrattore” ideato da siQuri con la collaborazione di Sandra Salerno (Foodreporter).

30 idee per realizzare in casa deliziosi sorbetti di frutta e verdura con l’estrattore, da servire a fine pasto o, se di verdura, anche come intermezzo digestivo, tra una portata e l’altra, come per il Sorbetto di pomodoro oppure come per il Gazpacho da abbinare ad un antipasto. Buona e salutare lettura.


Leggi anche:
Ghiaccioli naturali fatti in casa: la video ricetta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...