main

Fatto in casaVitalità

5 proprietà della cannella che forse non conosci (esempi di utilizzo)

1 marzo 2017 — by siQuri2

utilizzi la cannella solo per la PREPARAzione di DOLCI?

Se la tua risposta è si, continua la lettura, troverai almeno 5 validi motivi per utilizzare la cannella più spesso, non solo per la preparazioni di ricette golose!

Se facessimo un breve sondaggio sull’uso della cannella, la maggior parte delle persone risponderebbe con queste frasi:

  • per preparare biscotti
  • per le torte
  • la uso per dolci in genere

Tuttavia, in altre culture, l’uso della cannella si fa molto più esteso: tè, infusi, salse, stufati, zuppe, ecc. e si va anche oltre l’ambito culinario, con utilizzi curativi come antibatterico e antispastico.

Ti voglio far conoscere 5 proprietà della cannella riconosciute scientificamente, per cui vale realmente la pena utilizzarla maggiormente ogni giorno.

Ma prima di svelarti questi “5 segreti” è meglio chiarire: cos’è la cannella?

A differenza di tutte le altre spezie che si ricavano dal seme, dal frutto o dalla radice (esempio: curcuma, zenzero) la cannella si ricava dal fusto o dai rametti della pianta.
Assume infatti, una volta liberata del sughero esterno e trattata, il classico aspetto di una “piccola pergamena” arrotolata di color nocciola.

Come si utilizza la cannella?

L’utilizzo più diffuso è quello di grattugiarla direttamente sulle nostre preparazioni o piatti.
Dona infatti un’aroma pungente, leggermente dolce, molto simile ai chiodi di garofano.
La puoi trovare anche sotto forma di olio essenziale per uso erboristico.

Ora prendi carta e penna e appunta bene i cinque benefici:

  1. Controlla la glicemia nel sangue: se aggiungi la cannella ai  tuoi piatti ti aiuterà a controllare il picco di insulina nel sangue.
    Aggiungila per esempio ai tuoi succhi vivi, ne avrai benefici sotto questo punto di vista.
    E’ una spezia raccomandata per le persone con diabete.
    Se non vuoi rinunciare al dolce aggiungi un tocco di cannella per controllare il picco glicemico.
    O meglio ancora, sostituisci lo zucchero con cannella. Ti darà comunque la sensazione del sapore dolce.
  2. E ‘anti-infiammatoria: se soffri di problemi di infiammazione, la cannella può alleviare questo disturbo.
    Aiuta a ridurre i sintomi causati da malattie come artrite, artrosi, reumatismi e altre malattie infiammatorie.
    Aggiungila ai tuoi drink o assieme al tè. Ti fornirà calma e relax.
  3. Riduce il gonfiore addominale: se soffri di meteorismo, di problemi digestivi, bevi un infuso di cannella, aggiungi anice stellato per aumentare l’effetto. Entrambi forniranno una digestione più efficace, eliminando gas e pesantezza.
    Bevilo a piccoli sorsi e non molto caldo.
  4. Combatte tosse e raffreddore: l’olio essenziale di cannella è un grande alleato per combattere raffreddori e tosse. È possibile sciogliere un paio di gocce di olio di cannella in un infuso caldo da prendere più volte al giorno.
    Dolcifica con miele e aggiungi qualche goccia di limone per migliorare il suo effetto antivirale.
  5. Aiuta la perdita di peso: il suo sapore richiama il sentore del dolce, così a livello celebrale, percepiamo la stessa sensazione di quando assumiamo zucchero.
    Se sei a dieta, sostituisci lo zucchero con cannella, avrai comunque la sensazione di assumerlo ugualmente.
    Per esempio puoi fare: fette di arancia con cannella; un pezzo di pane integrale con crema di mandorle e cannella.
La cannella aggiunta alle bevande calde, e al latte vegetale risulta una combinazione vincente.
CONSIGLI UTILI

L’effetto “confortante” della cannella la rende una spezia ideale in ogni momento dell’anno.

Per esempio, prima di andare a letto, bevi un bicchiere di latte di mandorla caldo con cannella: assolutamente delizioso e rilassante, giusto per conciliare il sonno.
Infatti questa spezia è famosa anche per l‘effetto rilassante che ha sull’organismo.

Gli Orientali usano la cannella anche per insaporire i vari piatti della tradizione: prova ad aggiungerla allo stufato o anche con il famoso cous cous.


Siquri_Barrette_di_RisoSei uno sportivo e vuoi idee e altri suggerimenti salutari pratici per un’alimentazione equilibrata finalizzata all’attività sportiva? Prova le barrette di riso, con estratto di mela, latte di cocco e cannella. Iscriviti subito alla newsletter [Materia Prima – siQuri] e scoprirai questa e molte altre ricette utili.

[Foto dal Ricettario ‘Walkness‘ Il tuo Benessere in Cammino by siQuri.com]


Leggi anche:
Estratto Kumquat, Cannella, Melagrana e Lamponi
Voglia di.. Sana digestione!

DetoxMelogranomaniaVitalità

Succo vivo di Kumquat, Cannella, Melagrana e Lamponi

15 dicembre 2016 — by Laboratori siQuri.it0

La traduzione del nome cantonese del frutto Kumquat è “buona fortuna dorata”. ecco come utilizzarlo nei nostri succhi vivi…

Lo abbiamo chiamato simpaticamente: Kumquat-onik. Un vero e proprio distributore automatico di vitamine!

Innazitutto cos’è il Kumquat?

Kumquat

E’ un eccezionale frutto, simile ad un mandarino, ma di piccolissime dimensioni.
Si tratta della “Fortunella Margarita” o comunemente definito ‘Mandarino Cinese’; siamo abituati a vederlo nelle ceste di Natale o negli alberelli ornamentali sempreverdi.
A differenza degli altri agrumi va consumato con la buccia, ed in essa sono contenute numerose proprietà: è ricca di potassio, vitamina A e vitamina C (un singolo frutto di Kumquat dal peso di circa 15 gr, contiene circa 20 mg di vitamina C, circa ¼ della dose giornaliera consigliata), oltre ad acido folico e minerali.

Se consumato a fine pasto ha ottime proprietà digestive.

La buccia è inoltre carica di D-Limonene (che previene l’acidità allo stomaco e regola la produzione di succhi gastrici), olii essenziali e terpeni, utili per gli stati influenzali e con reali proprietà antisettiche. Aiuta le vie respiratorie, la digestione e la pelle, aiuta il sistema nervoso.

Praticamente un vero e proprio aiuto contro i mali di stagione e per rafforzare il nostro sistema immunitario.

Vuoi sorprendere i tuoi ospiti in questo periodo natalizio con un estratto da pollice in su? Ecco come fare.

Estratto di succo Kumquat, Melagrana, Lamponi, Carota viola, Cannella
Kumquat-onik: estratto di succo Kumquat, Melagrana, Lamponi, Carota viola, Cannella
INGREDIENTI:
  • Kumquat
  • Melagrana
  • Lamponi
  • Carota Viola (a piacere)
  • Cannella
RICETTA:

La preparazione è velocissima e davvero semplice.

  1. Lava con cura il Kunquat perché andrà inserito nell’estrattore intero con la buccia.
  2. Taglia a metà la melagrana e staccate i “chicchi” (arilli) e mettili in una ciotola (per fare più veloce ti consigliamo l’utilizzo di un togli arilli come questo).
  3. Inizia inserendo nell’estrattore Essenzia Green gli arilli della melagrana e i lamponi.
  4. Rimuovi il picciolo dal Kumquat ed inseriscilo con la buccia nell’estrattore in alternanza con gli arilli della melagrana e i lamponi. Vedrai uscire un succo di un colore viola, bellissimo.
  5. Per ultima, inserisci la carota viola intera, 1 o 2 sono sufficienti. La carota svolge anche una funzione di pulizia dell’estrattore, facendo uscire tutta la polpa rimasta all’interno, così il lavaggio finale sarà ancora più semplice e rapido.
  6. Una volta concluso lascia in frigo a riposare 15/20 min con dei bastoncini di cannella immersi nel succo, che poi rimuoverai prima di servire.

L’estratto Kumquat-onik è pronto. Dai un tocco in tema natalizio ai bicchieri e servi leggermente più fresco della temperatura ambiente.

« Cin cin: alla salute!   »

CONSIGLIO GREEN  Green

Acquista direttamente una piantina di Kumquat, perché frutta tutto l’anno ed è facile da tenere, rivelandosi un vero e proprio “distributore automatico di vitamina C” naturale e sempre pronta a casa propria!


Leggi anche:
Succo di Melagrana: super farmaco naturale
Le 5 proprietà della cannella. Te ne innamorerai!

DetoxVitalità

Come fare un aperitivo e un digestivo a base di Ribes

11 dicembre 2016 — by Laboratori siQuri.it0

Due ricette da fare subito a base di Ribes rosso e bianco: un aperitivo e un digestivo

Un frutto stupendo, così piccolo e luminoso le cui bacche si raccolgono staccandole a grappoli dalla pianta.
Si utilizzano fresche tali e quali; aggiunte alla macedonia; come guarnizioni per dolci, sorbetti e/o gelati.
La bacca del ribes è così ricca di proprietà benefiche che può essere davvero considerata, al pari del melograno, un vero concentrato di benefici per la nostra salute.
E’ una vera miniera di antiossidanti utili per purificare l’organismo e rallentare il processo di invecchiamento.
Inoltre il ribes è ricchissimo di vitamine A, B, C e K.

Ultimamente lo stiamo riscoprendo inserito anche in contesti ‘inusuali ’ per un frutto, come ad esempio le insalate, a cui dona un interessante tocco di acidità; si può usare benissimo come sostituto dell’aceto.
Esistono 3 varietà principali di Ribes: rosso, bianco e nero.

Oggi abbiamo scelto il Ribes Rosso ed il Ribes Bianco per la preparazione di un aperitivo e di un digestivo.

Siquri_Ribes
Succo estratto di Ribes: aperitivo e digestivo

Aperitivo

INGREDIENTI:

  • Ribes Rosso
  • Uva nera
  • Menta
  • Zenzero

Procedimento:

  1.  Lava gli ingredienti.
  2. Prendi le foglie di menta e sfregale leggermente fra le mani (utilizza sempre anche i gambi della pianta, perché in essi sono racchiusi gran parte delle proprietà benefiche).
  3. Inserisci le foglie di menta nell’Estrattore Essenzia e successivamente le bacche di ribes e dell’uva nera.
  4. A metà estrazione inseriamo 2/3 cm di zenzero (la quantità delle zenzero va a gusto personale. Tieni presente che lo zenzero dona un particolare sapore fresco e piccante al succo).
Siquri_Proprieta_Ribes
Le proprietà del Ribes

Green
CONSIGLIO VELOCE 

Se vuoi sorprendere i tuoi ospiti, puoi passare il bordo del bicchiere con dello sciroppo d’acero e farci attaccare dei semi di papavero; il sapore si abbina perfettamente con il ribes.


Digestivo

INGREDIENTI:

  • Ribes Bianco
  • Clementine
  • Rosmarino
  • Scorza limone
  • Camomilla
  • Sciroppo d’acero

Procedimento:

  1. Fai bollire in un pentolino dell’acqua e la portalo ad ebollizione.
  2. Lascia in infusione la camomilla e un pezzetto di scorza di limone e lascia raffreddare in frigo.
  3. Lava il ribes bianco e pela le clementine.
  4. Inizia ad inserire tutta la frutta nell’Estrattore Essenzia e fai attenzione ad avere il tappo giallo inserito. Questo aiuterà ad ottenere un succo più intenso.
  5. A metà estrazione inserisci gli aghi di rosmarino.
  6. Non servirà ripassare gli avanzi di estrazione, ma lasciamo che continui a girare per qualche istante, così da consentire al rosmarino di amalgamarsi al meglio al succo.
  7. Togli il tappo giallo da Essenzia. Al succo ottenuto aggiungi un pò della camomilla preparata in precedenza ed un cucchiaino di sciroppo d’acero.
  8. Mescola bene il tutto.
  9. Servi il digestivo su bicchieri a coppa magari accompagnati a dei biscotti di mandorle o nocciola o semi di zucca tostati (desideri scoprire altro sulla zucca? Dai un occhiata a questo articolo).
«   Cin Cin: ALLA SALUTE   »

Siquri_Insalata_RibesDicevamo del Ribes nelle insalate: non perdere l’occasione di scoprire nuove e salutari ricette iscrivendoti alla Newsletter [ Materia Prima ] nel sito Siquri.com. Sarai sempre aggiornato con gustosissime ricette da preparare a casa o sorprendere i tuoi ospiti.

Foto tratta dal Ricettario ‘Idee per insalate Sane, Buone e Sfiziosa‘ – Siquri.com.

AntiagingDetoxFatto in casaVitalità

Kiwi: tutte le proprietà nascoste di un frutto benefico

7 novembre 2016 — by siQuri0

Lo sapevi che uno solo kiwi apporta l’80% della dose giornaliera raccomandata di vitamina C?

Il kiwi è sicuramente un frutto sottovalutato.
Eppure se andiamo ad analizzare nel dettaglio i suoi punti di forza, troviamo delle sorprese:

  1. il quantitativo di vitamina C è addirittura superiore a quello del limone, dell’arancia e del peperone;
  2. è ricco di minerali (potassio, rame, ferro) che fungono da regolatori della funzionalità cardiaca e della pressione arteriosa;
  3. è un frutto che viene coltivato senza l’utilizzo di pesticidi, perché la pianta è molto resistente e raramente viene attaccata dai parassiti, al contrario invece dell’uva o delle pesche, che per la delicatezza dei loro alberi, sono spesso trattati con fitofarmaci.

Basterebbero solo questi tre punti per eleggerlo, assieme al melograno, a frutto ideale per la stagione fredda.

Ma perché il Kiwi è così fondamentale in questo periodo dell’anno?

L’esposizione al sole, che in estate ci aiuta ad assorbire i minerali e ad aumentare la nostra produzione di globuli bianchi e rossi, diminuisce notevolmente in inverno.
A questo fattore aggiungi il fatto che con il cambio di stagione il nostro sistema immunitario è soggetto a una debilitazione fisiologica, e che spesso ci si ritrova in deficit di minerali come ad esempio il ferro.
La vitamina C aumenta la produzione di globuli rossi, globuli bianchi e anticorpi, e ci protegge da raffreddori e influenze. Inoltre, incrementando l’assorbimento del ferro, .

La vitamina C inoltre, aiuta rendere la pelle più morbida, liscia, giovane, e tonica, intervenendo favorevolmente nella formazione del collagene.

Spero di averti incuriosito abbastanza per farti proseguire nella lettura; andiamo a scoprire assieme tutte le altre particolarità e proprietà del kiwi. Ti assicuro che sono davvero tante!

le proprieta’ del kiwi

Oltre alla già citata vitamina C, in esso è contenuta una grande quantità di acqua organica (84%), vitamina E, vitamine del gruppo B, acido folico, e minerali come rame, potassio e ferro.
Nello specifico, il suo basso contenuto di sodio combinato all’alto contenuto di potassio aiutano a diminuire la pressione sanguigna, proteggendo i vasi sanguigni, facilitando la circolazione del sangue e riducendo la ritenzione dei liquidi.

Il modo migliore per consumare il kiwi è tagliarlo a metà e svuotare la polpa con un cucchiaino (lo si mangia come un gelato) oppure assumerlo attraverso estratti di succhi vivi (hanno un effetto depurativo e richiedono una digestione minima).

Nel Kiwi inoltre troviamo una grande quantità di fibra solubile, che abbinata al leggero effetto lassativo del magnesio, favorisce il transito intestinale.
Bere un succo di kiwi a colazione, ti aiuterà a combattere la costipazione.
Il kiwi in definitiva è uno degli alleati migliori contro la stitichezza.

Il succo vivo di kiwi favorisce la digestione. Bere estratto di kiwi dopo il pasto, ti aiuterà a migliorare la digestione.
Questa funzione è dovuta al fatto che esso contiene un enzima chiamato actidina, il quale aiuta a disgregare le proteine, (stessa cosa avviene grazie alla bromelina contenuta nell’ananas),  evitando la formazione di gas nello stomaco.

Da dove arriva questo tesoro?

I principali paesi produttori di kiwi sono l’Italia, la Nuova Zelanda, il Cile e la Francia.

Ne esistono 2 varietà: il kiwi a polpa verde, il più prezioso, e il Kiwi Gold, con la pelle liscia e marrone, dal sapore più dolce.

Viene raccolto tra settembre e ottobre, e si trova nei banchi frutta da novembre ad aprile, anche se negli ultimi anni, grazie ai nuovi metodi di conservazione, si trova praticamente tutto l’anno. (noi preferiamo mangiarlo da novembre ad aprile, rispettando la sua stagionalità).

  • Raccomandazione: se vogliamo assicurarci un buon apporto di vitamina C senza dover stare a pianificare troppo i nostri pasti, cerchiamo di consumare un kiwi al giorno tutto l’inverno, da novembre ad aprile. E’ un frutto adatto a tutte le persone con più di 3 anni, controindicato unicamente per coloro che soffrono di calcoli renali.
  • Conservazione: a temperatura ambiente.
  • Trucco: per farlo maturare più velocemente, basta conservarlo insieme a pere e mele, che sprigionano una sostanza chiamata etanolo, in grado di accelerare la maturazione dei kiwi
  • Consumo: il modo migliore per consumarlo è anche il più semplice: tagliarlo a metà e svuotare la polpa con un cucchiaino (lo si mangia come un gelato) oppure pelarlo ed assumerlo attraverso estratti di succhi vivi (hanno un effetto depurativo e richiedono una digestione minima).

Vuoi provare subito a fare un succo detox in casa A BASE DI KIWI?

siQuri_Materia_PrimaGli ingredienti sono: Kiwi, Mela, Broccoli, Sedano e Cetriolo

Segui il procedimento sul canale siQuri Materia Prima su Youtube, con la collaborazione dello Chef Martino Beria.

Buona e salutare visione!

«   Cin Cin, O MEGLIO: Green Green!   »

Leggi anche :
I migliori ricettari di succo per estrattore: siquri e pratici
Voglia di.. sana digestione!
Estratto Kumquat, cannella, melagrana e lamponi

Erbe AromaticheFatto in casaMeleNutrizioneVitalità

L’aiuto naturale: succo contro allergie primaverili

3 marzo 2016 — by Laboratori siQuri.it0

Oggi ti diamo un aiuto naturale a base di succo contro le allergie primaverili

In pochi sono a conoscenza che per contrastare e prevenire i fastidiosi sintomi delle allergie, con particolare riferimento alle allergie stagionali, è possibile ricorrere ad alcuni aiuti naturali adatti a contenere il rilascio di istamina da parte del nostro organismo.

L’istamina è una proteina che viene prodotta nel momento in cui il corpo si trova a contatto con un allergene, provocando reazioni come naso che cola, occhi arrossati e eritemi.

La natura accorre in nostro aiuto con alcuni alimenti, componenti nutritivi ed erbe adatti a trovare sollievo in caso di allergie, ritenuti come dei veri e propri antistaminici naturali.

Abbiamo realizzato una ricetta per un succo vivo, usando l’estrattore di succo Essenzia Green, contro l’allergia primaverile che raccoglie tutti questi elementi.

Ecco gli ingredienti per persona:

Procedimento

  1. Sbuccia l’arancia e suddividila in spicchi.
  2. Taglia la mela in 4 spicchi senza togliere la buccia.
  3. Inserisci nell’estrattore di succo Essenzia Green gli spicchi di arancia; a metà estrazione inserisci lo zenzero, il ribes e il basilico, completa il processo con gli spicchi di mela.
  4. Versa nell’estrattore di succo, mentre è in funzione, un po’ d’acqua per recuperare il succo rimasto all’interno.
  5. Nel succo ottenuto sciogli il tè verde e in fine aggiungi il cucchiaio di olio di canapa e lino.
siquri_contro_allergie
Un primo aiuto contro le allergie primaverili viene proprio dalla Natura. Clicca nell’infografica siQuri e scopri come fare un succo contro allergie primaverili
Tutti gli ingredienti utilizzati in questo succo contro allergie primaverilI, grazie ai micronutrienti contenuti, possono essere considerati dei veri e propri antistaminici naturali che aiutano a prevenire il rilascio di istamina e di altri composti responsabili del manifestarsi delle reazioni allergiche.

La sinergia dei vari micronutrienti, in particolare della vitamina C contenuta nell’arancia e nel Ribes, e dei flavonoidi, (in particolare la quercitina) contenuti nella mela, aumentano l’efficacia grazie alla preziosa presenza dello zenzero e del basilico.

Gli acidi grassi essenziali omega3 contenuti nell’olio di lino, hanno capacità di ridurre le reazioni allergiche attraverso le loro proprietà antinfiammatorie.

Infine il tè verde è depurativo e apporta preziosi antiossidanti che aiutano a contrastare i radicali liberi presenti nel nostro organismo.

La video ricetta del perfetto succo detox

Dopo l’inverno freddo. ossigena le cellule e riempi di sole il corpo, con un succo verde ricco di clorofilla...ecco qui la video-ricetta per un succo detox.

«   Cin Cin, O MEGLIO: Green Green!   »

 Visita la pagina Facebook e unisciti alla community creativa siQuri.

siQuri

Succo di melagrana: super farmaco naturalemelagrana , il succo e le sue proprietà

Succo per la nausea in gravidanza succo-gravidanza2

NutrizioneVitalità

Le proprietà salutari degli spinaci

19 gennaio 2016 — by Laboratori siQuri.it0

Gli spinaci : questa verdura è ricca di benefici

abbonda di ferro, di vitamina A, di vitamina C, riesce a proteggere la vista, apporta vantaggi al sistema immunitario e si rivela efficace in caso di stitichezza.

Non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione, perché contribuisce al benessere generale dell’organismo.

Gli spinaci sono una pianta erbacea con interessanti proprietà terapeutiche, il nome scientifico della pianta è Spinacia oleracea ed appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae. Può raggiungere l’altezza di 70 cm circa, con grosse foglie verde scuro.

Scopriamo più nei dettagli tutte le proprietà benefiche degli spinaci.
  • Elevato contenuto di ferro e per le loro virtù energetiche. In realtà, pur essendo vero che questi ortaggi sono particolarmente ricchi di ferro (circa 3 mg per ogni etto), il nostro organismo può trattenere e utilizzare solo una minima parte di questo prezioso nutriente, in quanto gli spinaci contengono anche acido ossalico, una sostanza capace di limitare in maniera consistente la biodisponibilità dei minerali forniti dagli ortaggi a foglie verdi.
  • Contengono buone quantità di vitamine, in particolare vitamina A, essenziale per idratare e tonificare la pelle e per il corretto funzionamento della vista, e vitamina C, fondamentale per rinforzare il sistema immunitario e per combattere i danni provocati dai radicali liberi.
  • Contengono minerali, in particolare rame, zinco, fosforo, potassio e calcio, che regolano il metabolismo idrico dell’organismo e gli scambi osmotici tra le cellule.
Gli spinaci contengono buone quantità di vitamine, in particolare vitamina A, essenziale per idratare e tonificare la pelle e per il corretto funzionamento della vista
Gli spinaci contengono buone quantità di vitamine, in particolare vitamina A, essenziale per idratare e tonificare la pelle e per il corretto funzionamento della vista
  • Contengono acido folico, che contribuisce a stimolare la produzione di globuli rossi e che risulta efficace nella prevenzione di tumori e di patologie cardiovascolari.  Apportano benefici in caso di anemia; per questo gli spinaci restano comunque un alimento consigliato agli anemici ed alle donne in stato di gravidanza.
  • Contengono clorofilla, che rigenera le cellule apportando loro ossigeno, migliora la contrazione cardiaca e rivitalizza il sistema vascolare, e alcuni carotenoidi, che svolgono una buona azione antiossidante.
Gli spinaci: Consigli per il consumo e Controindicazioni

Dal momento che i preziosi micronutrienti presenti negli spinaci vengono dispersi nell’acqua di cottura, essi andrebbero consumati crudi e conditi con succo di limone, in quanto l’acido ascorbico favorisce l’assimilazione del ferro da parte dell’organismo.

Calcoli renali: causati dall’accumulo di “sassolini” (sali minerali) nei reni, rappresentati principalmente dall’ossalato di calcio. Gli spinaci sono ricchi di calcio e ossalati, quindi le persone predisposte o a rischio di sviluppo calcoli renali non dovrebbero consumarne grandi quantità.

 Valori nutrizionali per 100 g:
  • Kcal 31
  • Acqua 90,1 g
  • Proteine 3,4 g
  • Grassi 0,7 g
  • Carboidrati 2,9 g
  • di cui zuccheri 0,4 g
  • Fibre 1,9 g

divider

 La Paprika: usi e benefici siquri0spezia-paprikacopertina

Zenzero: proprietà, benefici, utilizziDollarphotoclub_57686323zenzero 

La curcuma: proprietà, usi e beneficiSiQuri-curcuma

AntiagingNutrizioneVitalità

Superfood: sai che cosa sono? Seconda parte

1 gennaio 2016 — by siQuri0

Vuoi scoprire qualcosa di più sul fantastico mondo dei superfood?

La settimana scorsa abbiamo iniziato a parlare dei superfood. Leggi l’articolo Superfood sai che cosa sono?

Clicca sull'immagine per ingrandire questa iconografica relativa ai SuperFood - siQuri
Clicca sull’immagine per ingrandire l’iconografica relativa ai SuperFood – siQuri

Vi abbiamo spiegato perché vengono chiamati così, e riportato qualche esempio spiegandovi anche come integrarli nella vostra dieta quotidiana.

Visto che il primo articolo ha riscosso un notevole interesse da parte vostra, abbiamo deciso di approfondire il tema.

Ecco dunque altri esempi di superalimenti, e come fare ad aggiungerli alla vostra colazione sotto forma di estratti, frullati, latti vegetali…

Se avete bisogno di una dose extra di energia, seguite i consigli che stiamo per darvi per integrare i superfood nella vostra dieta quotidiana!

  • Bacche di Goji: sono bacche di origine asiatica e rappresentano una vera e propria gemma contro l’invecchiamento, grazie alla grande quantità di antiossidanti che contengono. Sono ricche di vitamina A, vitamina C e zinco, elementi che ci aiutano a proteggere il nostro sistema immunitario. Solitamente vengono vendute disidratate, o liofilizzate, e sono perfette se aggiunte a insalate, estratti, frullati, oppure in aggiunta a yogurt e cereali integrali della prima colazione… Energia e vitalità assicurate per tutto il giorno ! Trovi le bacche qui : Bacche di Goji Beeren Bio | Gr 500
  • Reishi: è un fungo originario della Cina, conosciuto e usato già da migliaia di anni dalla medicina tradizionale cinese, perché ritenuto un alimento fondamentale nel trattamento di alcune patologie legate a cuore e fegato. Oggigiorno il reishi è esaltato soprattutto per le sue proprietà anticancerogene. E’ ricco di vitamina B, calcio e grassi cosiddetti “buoni”. E’ disponibile in polvere, disidratato o liofilizzato, e potete aggiungerlo ai vostri estratti o anche a minestre, zuppe, vellutate… In autunno-inverno è un ottimo antidoto per rinforzare il sistema immunitario.
  • Lucuma: è un frutto tipico del Sud America, molto utilizzato in Cile e Messico. In Europa è stato scoperto e introdotto solo pochissimi anni fa, e arriva da noi soprattutto in forma liofilizzata in polvere. Questo frutto squisito è ricco di fosforo, calcio, ed è estremamente energetico. Se avete la fortuna di trovarlo fresco, mangiatelo intero oppure usatelo per preparare un estratto tropicale, è molto buono e super energetico!
Il frutto Lucuma, uno dei superfood; usatelo per preparare un estratto tropicale, è molto buono e super energetico
Il frutto Lucuma, uno dei superfood; usatelo per preparare un estratto tropicale, è molto buono e super energetico
  • Rosa mosqueta: è un fiore di colore rosa, molto utilizzato in fitoterapia. Dal fiore si estrae il famoso olio di rosa mosqueta, destinato principalmente a uso cutaneo, per trattare malattie della pelle come eczemi, allergie, cicatrici…Potete però trovarlo anche in polvere liofilizzata, e farne un uso alimentare, le sue fantastiche proprietà antinfiammatorie vi aiuteranno in caso di dolori ai muscoli o alle ossa, ad esempio artriti, reumatismi, artrosi…Inoltre, essendo ricco di vitamina C vi aiuterà anche nella prevenzione di raffreddori e influenze. Il consiglio è di aggiungerne un cucchiaio al vostro estratto, oppure alla vostra tazza di yogurt e muesli. Squisita!
  • Canapa: molte persone si spaventano nel vedere la foglia di marijuana disegnata nelle confezioni a base di canapa: ma niente paura, si tratta dei semi, e i semi di canapa contengono delle proprietà davvero utili e benefiche per il nostro organismo. Innanzitutto sono una fonte affidabile di proteine, fibre, magnesio e ferro. Se sei vegetariano o vegano ad esempio, e non sai come integrare le proteine, prova aggiungendo uno o due cucchiai di semi di canapa ai tuo estratti, o qualche goccia di olio sulle insalate. Se sei uno sportivo, ti consigliamo di consumare spesso semi di canapa (o l’olio crudo di canapa) dopo gli allenamenti, ti aiuterà a reintegrare molti nutrienti.

 Leggi anche : 

Cacao crudo proprietà benefiche con gusto
Voglia di sana digestione
Ecco perchè amiamo il kiwi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...