main

Vitalità

Riesci a far mangiare frutta e verdura ai bambini?

1 agosto 2015 — by Alexander Pincin0

foto-aricolo-ricettario-960x485.jpg

Per molti genitori, far mangiare frutta e verdura ai bambini, sta diventando il momento più difficile della giornata!

Man mano che i bambini crescono, aumentano anche le difficoltà a far accettare insalata, carote, mele, pesche, ecc.

Eppure è evidente, anche a livello scientifico, che frutta e verdura sono importanti per un corretto sviluppo e una crescita sana.

Che Fare allora?
Non c’è modo migliore per educare i nostri figli al benessere, di presentargli qualcosa di colorato, saporito e divertente. Coinvolgerli in un lavoro da grandi, tende a motivare i bambini, li fa sentire partecipi e responsabili.

Su questi presupposti, lo Chef Martino Beria, ha realizzato il 1° ricettario di estratti per bambini, in cui propone delle ricette esclusive, utilizzando l’estrattore di succo e le materie prime adatte per i più piccoli.
Tutte le proposte sono bilanciate, con un occhio di riguardo al grado zuccherino, ai colori e ai sapori, cercando di mitigare il più possibile l’acidità o l’amarezza di alcune verdure e/o frutti.

Attraverso il ricettario, Martino Beria, ci presenta un modo alternativo e funzionale di consumare frutta e verdura sotto forma di estratti di succo vivo creati con gli abbinamenti maggiormente apprezzati dai bambini.
Ma non solo!
Ci spiega come preparare in casa i latti vegetali, senza l’utilizzo di dolcificanti artificiali.
Come fare sorbetti e gelati naturali e come riutilizzare i residui dell’estrattore, per creare sani biscotti e proposte a base di fibre molto creative e sfiziose.

Grazie all’utilizzo di edulcoranti alternativi (dolcificanti naturali) come sciroppi, melasse o zucchero integrale,  dolcifichiamo le nostre ricette senza provocare elevati picchi glicemici.

Prendiamo spunto da questo ricettario pratico per preparare e cucinare con loro quello che metteremo in tavola.
Facciamoci aiutare dai nostri “mini chef” nella preparazione dei succhi vivi, dei latti vegetali, dei gelati, dei biscotti e giochiamo con i colori.

Il tema dell’alimentazione salutare oggigiorno è largamente affrontato, ma lo è ancor di più la salute dei nostri figli, ed è di grande importanza istruire i più piccoli al riciclo per avvicinarli all’ ecosostenibilità.


  • Editore: siQuri.com
  • Autore: Martino Beria
  • Formato: A5 brossura – 80 pagine
  • Anno di pubblicazione: 2015
  • Prezzo € 12,00 – disponibile solo on-line su siquri.com

IL 1° RICETTARIO DI ESTRATTI PER BAMBINI
Ricettario Estratti per Bambini

Il team siQuri ha voluto realizzare il primo Ricettario per Estratti di Succhi dedicato alle mamme e ai propri bambini. Lo scopo è quello di portare nelle famiglie uno strumento pratico finalizzato ad aumentare il consumo di frutta e verdura in modo semplice e naturale.

Francesco Arleo, Direttore siQuri

Insalatescarti da estratti

Pappardelle crudiste? con gli scarti dell’estrattore si può

22 luglio 2015 — by Alexander Pincin0

Il caldo porta il nostro corpo ad acclamare acqua, sali minerali, vitamine: come fare per rivitalizzarci? Un grande aiuto nella reidratazione viene dagli estratti di succo vivo, ma come facciamo con gli scarti? E’ un peccato buttarli via, non credi!?

Il succo contiene importanti oligoelementi nutrizionali, certo, ma lo scarto può essere recuperato in mille modi. Lo scarto ha un buon sapore ed è utile al benessere del nostro intestino.

Oggi vi propongo delle pappardelle crudiste di zucchine. Un piatto crudo e veloce, che riutilizza ben due scarti: quello del latte di mandorla e quello del succo di carota, che insieme ad altri ingredienti diventeranno il condimento delle nostre zucchine crude.


Per questa ricetta, tutta mediterranea, ci serviranno
:

Per le pappardelle crudiste di zucchine, utilizziamo uno sbucciatore in ceramica con lama longitudinale [ Foto di Gloria Scapin ]

Per le pappardelle crudiste di zucchine, utilizziamo uno sbucciatore in ceramica con lama longitudinale, semplice e veloce da usare! Per differenziarci dalla moda dello spaghetto, noi faremo una pappardella!

Per prima cosa tagliamo a metà i pomodorini datterini, con un coltello in ceramica, per non ossidarli. Una volta svuotati della loro acqua, li depositiamo nel cestello del nostro essiccatore in acciaio, azionando il programma T5 (60°C), e lo lasciamo lavorare per 16 ore. Altrimenti, se vogliamo seguire il programma crudista, sceglieremo il P3 (40°-42°C) con 24 ore di essiccazione, in modo da mantenere al meglio le proprietà nutrizionali. Tutto dipende dalla quantità di tempo che abbiamo a disposizione.

La sera mettiamo a bagno le Mandorle di Toritto, un prodotto proveniente dalla grande tradizione mediterranea della Fattoria delle Mandorle.

La mattina successiva, con lestrattore,  realizziamo un estratto di succo vivo a base di carota, per detossificare e apportare al nostro organismo un ottimo quantitativo di vitamina A,
Dell’ estratto salviamo lo scarto di fibre di carota che riporremo con cura nel frigo.

Di seguito, dopo una notte in ammollo, procediamo all’estrazione delle mandorle, (di cui salveremo nuovamente lo scarto!), ottenendo un latte vegetale da accompagnare con dei müesli, un mix che ci dà tutte le proteine, fibre, vitamine, grassi ed energia necessari ad affrontare la mattinata.

Quando torniamo a casa dal lavoro, siamo finalmente pronti per realizzare la nostra ricetta: togliamo dall’essiccatore i pomodorini datterini, condiamoli con dell’olio extravergine molto speciale, ottenuto dalla spremitura a freddo degli Olivi Secolari del Salento. Aggiungiamo i fiori e le foglie di timo essiccate precedentemente, un pizzico di sale integrale marino di Trapani, e infine gli scarti di mandorla e carota messi da parte in mattinata.

Per finire, trasformiamo le nostre zucchine in pappardelle con l’aiuto dello sbucciatore in ceramica longitudinale, uniamo il condimento… e buon appetito rinfrescante!

siQuri Valori Nutrizionali

[ Foto di Gloria Scapin ]

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...